Appartenenze precarie La residenza tra inclusione ed esclusione

Appartenenze precarie

La residenza tra inclusione ed esclusione

Anteprima Scarica anteprima

L’esclusione dalla residenza è una questione centrale nell’Italia degli ultimi anni. La possibilità di esercitare concretamente i propri diritti è vincolata all’iscrizione anagrafica. Per questa ragione, molte amministrazioni locali, aiutate a volte dai governi centrali, negano la registrazione a persone «indesiderate».

Il volume si focalizza sulle funzioni e sugli usi effettivi della residenza, analizzando da una prospettiva storico-sociologica i meccanismi legali e amministrativi che portano alla sua negazione, ma allarga anche lo sguardo ad altri temi. Il processo di continua precarizzazione che, a livello locale, sta interessando lo status di residente è lo stesso che, a livello statale e sovrasta-tale, rende profondamente insicure le condizioni giuridiche e materiali dei migranti. Un’inclusione parziale e di tipo differenziale è il destino che attende chi riesce, con fatica, a compiere un percorso migratorio. Le società di arrivo presentano infatti un grado elevato di stratificazione civica: al di là dei presunti «meriti» individuali, persone con caratteristiche e storie simili si trovano spesso a disporre di status formali diversi tra loro. È l’intero insieme delle appartenenze territoriali, ossia delle modalità di riconoscimento giuridico che sanciscono l’esistenza di un legame tra soggetti e territori, a subire un processo di costante precarizzazione.

Le appartenenze precarie che segnano lo scenario contemporaneo saranno descritte e analizzate nella loro forma e nella loro sostanza, indagandone i contenuti e le funzioni amministrative. Leggendo in chiave storica il cammino delle membership territoriali, le poste in gioco della gestione contemporanea della residenza emergeranno in tutta la loro evidenza.

Dettagli libro

  • Editore

  • Testo originale

  • Lingua

    Italiano
  • Data di pubblicazione

  • Numero di pagine

    791

Sull'autore

Enrico Gargiulo

Enrico Gargiulo è professore associato di Sociologia presso l’Università degli Studi di Bologna. Si occupa di trasformazioni della cittadinanza, politiche di integrazione degli immigrati, residenza e saperi di polizia.

Ti potrebbe interessare