La vita è gioco La risposta consapevole alla legge dell'abbondanza

La vita è gioco

La risposta consapevole alla legge dell'abbondanza

Anteprima Scarica anteprima
La vita ci travolge nel suo ritmo frenetico, scandito da piccoli e grandi drammi, obiettivi da raggiungere, doveri tassativi e impegni inderogabili. Il mondo sembra andare ogni giorno peggio e tutto ci appare più nero; non solo: vorremmo avere più soldi, più amore, più successo... Esiste un modo per venirne a capo? Giocate!, ci dice Osho. Solo così, evitando di prendere le cose troppo sul serio, riusciremo a fare di noi puri testimoni della realtà e a guadagnare la pienezza della gioia. La rinuncia ad aspettative e ambizioni sfrenate non vuol dire diventare irresponsabili, ma acquisire la consapevolezza e al tempo stesso la capacità di andare oltre per entrare in contatto con l'essere. Giocare vuol dire questo: vivere qui e ora, il resto passi in secondo piano. Perché il divino è già qui, e c'è sempre stato. Dopo La vita è dono, Osho torna a parlarci della figura del Baul, il folle che simile a un bambino vive cantando e danzando. La sua lezione ci spinge ad amare la vita senza riserve, ad accettarne tutte le apparenti contraddizioni. Il divino è ovunque, nel fango come nel fiore di loto, nella carne come nello spirito, dentro di noi e negli altri.

Dettagli libro

  • Editore

  • Testo originale

  • Lingua

    Italiano
  • Data di pubblicazione

  • Numero di pagine

    327

Sull'autore

Osho

Osho (1931-1990) nasce in un villaggio dell’India centrale e fin dall’infanzia dimostra uno spirito ribelle, insofferente a qualsiasi conformismo sociale e soprattutto religioso. A ventun anni vive quel risveglio che l’Oriente conosce come “illuminazione”, e lui definisce come nient’altro che essere se stessi: «Un illuminato è un semplice testimone del Tutto, libero da qualsiasi definizione. Se vuoi rinunciare a qualcosa, rinuncia alle definizioni, alle categorie. Non permettere a nessuno di classificarti. E allorché vedrai la tua qualità indefinibile, avrai trasceso il mondo, ti sarai illuminato». Da allora si è dedicato al risveglio della consapevolezza, invitando quanti si sono avvicinati a lui a introdurre la meditazione nella propria vita, ideando tecniche e metodi più consoni all’irrequietezza dell’uomo moderno. Oggi la sua visione e l’invito al risveglio sono un vero e proprio trampolino di lancio per centinaia di migliaia di persone in tutto il mondo verso una vita di pienezza e di intima realizzazione. A Pune, in India, è tuttora attivo il Resort di Meditazione internazionale da lui voluto: un punto di riferimento per tantissimi “ricercatori del Vero”.

Ti potrebbe interessare